Perché il caso Caylee Anthony ha suscitato così tanta attenzione da parte dei media?

In effetti, la nostra comunità a volte non è sorpresa di conoscere l’omicidio di un bambino.

Tuttavia, la vera introduzione del caso [1] descrive uno scenario in cui una madre ammette di non aver visto sua figlia di due anni per settimane.

Questo livello di indifferenza ed egoismo è contrario agli istinti della maggior parte dei genitori. Tradisce l’amore e la sicurezza che quasi tutti abbiamo apprezzato da bambini. L’incapacità della madre di essere allarmata dalla scomparsa di suo figlio non soddisfa le nostre aspettative di un essere umano.

Tutto ciò provoca una reazione viscerale e viscerale a quella madre, molto probabilmente legata al nostro bambino interiore di due anni. “Perché non l’hai amata?” chiediamo, come se chiedesse il bambino “Perché non mi amavi?”

Da adulti dirigiamo la nostra rabbia verso la madre, sapendo che la nostra comunità potrebbe essere in qualche modo responsabile. Non siamo parzialmente responsabili di ogni bambino trascurato che guidiamo senza fermarci a sostenere? Il suo egoismo suggerisce il nostro egoismo e, più in genere, prendiamo la strada più semplice ed etichettiamo l’individuo come “cattivo” o addirittura “cattivo”. Questo ci toglie di mezzo.

Nei crimini più memorabilmente atroci è un riflesso della società – come crudele, indifferente, inesorabile ed egoista, che penetra nella psiche molto più di un’ulteriore statistica. [2]

Riferimenti
1. http://en.wikipedia.org/wiki/Dea…
2.Britain et al – http://it.wikipedia.org/wiki/Mur…
Australia – http://it.wikipedia.org/wiki/Mur…
USA et al – http://en.wikipedia.org/wiki/Jon…
USA et al – http://en.wikipedia.org/wiki/Sha…