Che è peggio: Trump come un tirapiedi per Putin o ribaltando la decisione di aborto della Corte Suprema?

C’è molto di più in queste elezioni oltre agli appuntamenti della Corte Suprema. L’esistenza stessa della democrazia americana è in pericolo quando Putin ei suoi compari in Russia e in America iniziano a tirare le corde.

I problemi vanno oltre le tasse più basse, il governo e l’aborto più piccoli e altro ancora sull’afferrare il potere con ogni mezzo. Immagina un mondo con una fusione di Trump-Putin, entrambi antagonisti all’ordine stabilito e ribollenti di vendetta: può questo diventare il nuovo ordine mondiale o è solo una ripetizione del ciclo storico? In quanto popoli di tutto il mondo, generalmente lottiamo con le stesse caratteristiche che si occupano di idee astratte, in particolare il modo in cui definiamo verità che sono, nella migliore delle ipotesi, solo approssimazioni imperfette della realtà. Se tutto questo è diviso tra misantropi e filantropi o come i pessimisti e gli ottimisti percepiscono il futuro, la base che emerge può essere usata per interpretare quei cicli storici che si ripetono.

Aleksandr Dugin, è il teorico e il trasmettitore dell’ideologia oscura e del populismo che Putin pratica con le forze anti-libertà non solo in Russia ma anche in Siria, Ucraina e altri luoghi dove massacrano coloro che si oppongono alla loro ideologia. Oggi, la visione di Dugin non differisce dalle allucinazioni del dominio del mondo precedentemente abbracciate. Periodi diversi ma uguali alle ideologie riciclate proposte dai tiranni che si sono uniti per respingere tutte le forze di libertà, comprese le democrazie occidentali. Il metodo di persuasione deve essere non forzato e convincente per prevenire la resistenza ed essere accompagnato dalla retorica con un semplice messaggio di luce alla fine del tunnel. Questi ciarlatani della storia hanno sfruttato le imperfezioni delle società attraverso i millenni chiedendo a gran voce un sistema di rig quando in realtà è solo il sottoprodotto di imperfetti patti sociali in cui ci sono vincitori e vinti. Il sogno degli americani è stato quello di ottenere giustizia per tutti e pari accesso alle risorse della nostra società, facendo progressi verso una “unione più perfetta”. Una governance disfunzionale derivante da ideologie concorrenti può solo fornire una contentezza proporzionale mentre cerca di avere più vincitori che perdenti altrimenti; emergerà un truffatore per trarre vantaggio dall’insoddisfazione della popolazione per l’attuale ordine sociale. Poiché più persone si sentono emarginate per una serie di motivi, apre le porte a opportuni indottrinatori come Dugin in Russia, Stephen Bannon negli Stati Uniti, Nigel Farage nel Regno Unito, Jean-Marie Le Pen Francia, Holger Apfelr Germania, Rodrigo Duterte Filippine, e altri nazionalisti radicali e autocrati populisti in tutto il mondo che cercano di raggiungere l’obiettivo finale: la distruzione del liberalismo e delle sue idee. L’attuale cricca di fratelli non differisce molto dalle precedenti corporazioni ismatiche come il leninismo, lo stalinismo, l’hitlerismo, il musulmano e il tojoismo, tra gli altri.

In questo scenario, Trump è solo uno scortecciatore di carnevale che dice ciò che i suoi gestori vogliono che dica usando la sua personalità bellicosa e psicotica per inviare un messaggio semplicistico e retorico alle masse. Storicamente, questo metodo di manipolazione di massa è stato molto efficace per affrontare le lamentele esistenti in qualsiasi forma di società. Trump, con il suo unico stile bombastico e l’onnipotenza, promette di sistemare ogni cosa e correggere ogni errore nell’ordine esistente, a suo modo di vedere, Dio ha inviato una figura. Lo schema alla base della retorica di Trump è la fusione di tutte le lamentele riconfezionate in un indice omogeneo di insoddisfazione che egli usa quindi per scacciare le paure della xenofobia, le differenze razziali ed etniche, la disparità economica, la diversità religiosa, i diritti culturali o semplicemente l’odio per l’alterità “E una governance illegittima che porterà inevitabilmente al dominio della folla. Questo è ciò che Trump sta realizzando con i suoi giocosi atti di follia che è di per sé folle e pericoloso. Sfortunatamente, una volta che Trump avrà completato il suo incarico, i maestri burattinai come Bannon, tra gli altri, usciranno dalle fessure per assumere il nuovo regno del potere. Sfortunatamente, una volta completato il trasferimento di potere, sopprimeranno le stesse libertà che hanno permesso loro di diventare il nuovo ordine, ma sarà troppo tardi per ritirare un voto di scrutinio come in una modalità Brexit.

In conclusione, ciò che è in gioco in queste elezioni è il rischio di perdere tutti i progressi compiuti dalla nostra società dopo la rivoluzione e compromettere la stessa libertà che ci consente di continuare a fare progressi.