L’UE sta violando i diritti dell’autogoverno?

No. Ogni paese dell’UE è lì per scelta. Ogni violazione della sovranità nazionale è qualcosa concordato dagli Stati membri e scritto nella struttura del trattato UE.

Se non si desidera rinunciare alla sovranità in quelle aree in cui la sovranità è messa in comune, non si aderisce all’UE. Questa è stata la scelta fatta ad esempio da Norvegia e Svizzera.

L’UE non è una mera zona di libero scambio o organizzazione intergovernativa, è più vicina a una confederazione. Questa non è una novità.

I paesi che si lamentano delle restrizioni alla loro sovranità ora sembrano aver dimenticato che sono stati loro stessi a firmare i trattati che lo consentono. Quando ti unisci all’UE, accetti di limitare la sovranità nazionale in molti settori e ti impegni a rispettare gli standard europei. Tutto questo è stato messo alla prova e spiegato apertamente nei trattati abbastanza a lungo da consentire a qualsiasi membro, o potenziale membro, di conoscere bene in cosa si stanno cacciando quando si uniscono.

Quando un paese entra a far parte dell’UE, è vincolato dalla Corte di giustizia europea, che sostituisce l’autorità della magistratura nazionale suprema di un paese e qualsiasi legge approvata dalla Commissione europea sostituisce successivamente quella di qualsiasi legge approvata dal legislatore nazionale di un paese.

Tuttavia, se pensi che ciò violi la sovranità dipende dalla tua posizione.

Alcuni potrebbero vederlo come sovranazionale , ovvero l’UE sta cercando di creare un “Stati Uniti d’Europa” in cui la Commissione è il legislatore federale dei 28 Stati membri.

Altri potrebbero percepirlo come intergovernativo , vale a dire che i 28 stati membri dell’UE condividono la sovranità per lavorare insieme come singoli stati nazionali per giungere a conclusioni condivise per fornire un’Europa unita sulla scena mondiale.

L’UE sta violando i diritti dell’autogoverno?

Questo è un po ‘il suo lavoro. L’UE è stata creata per riunire l’Europa e parte di ciò è standardizzare il commercio, i regolamenti e le leggi. Quindi sì, violerà in qualche modo l’autogoverno delle nazioni membri, ma era quello per cui tutti si erano iscritti.

Non ha lo scopo di omogeneizzare completamente l’Europa, ma dovrebbe levigare gli spigoli in modo che l’Europa possa comportarsi più come una singola entità.

In un certo senso è simile agli Stati Uniti in quanto il governo federale degli Stati Uniti centrali fa alcune leggi che si applicano in tutto il paese, ma gli Stati Uniti sono ancora liberi di stabilire molte leggi e regole nei loro limiti.

Certo … fintanto che gli Stati membri saranno d’accordo.

La stessa UE è, al suo centro, un accordo tra (ora) 28 stati sovrani, per un po ‘”mettere insieme” la loro sovranità e condividere una piattaforma per discutere apertamente le questioni e, per quanto possibile, alla pari.

Certo, alcuni paesi che non nominerò non si sono ancora abituati a questo, e preferirei di gran lunga trattare gli altri uno per uno …

Non posso fare le tue leggi, non posso avere la tua valuta, non posso decidere chi può e non può vivere nel tuo paese, non posso fermare la migrazione economica dall’estero, non puoi impostare le tue tasse, non puoi hai il tuo esercito. Deve fare tutto ciò che Bruxelles ti dice senza dubbio. Nessun controllo elettorale di Bruxelles. Direi che è una perdita di autogoverno. Alcune delle cose che ho elencato non sono ancora state imposte, ma probabilmente appariranno entro il 2020.