Gli avvocati della difesa penale preferiscono che il loro cliente sia onesto al 100% con loro?

Gestisco esclusivamente questioni di difesa penale e la tua domanda solleva alcune dinamiche interessanti che si verificano all’interno di un procedimento penale.

Innanzitutto, capire che il mio lavoro ruota molto attorno a ciò che il pubblico ministero ritiene sia accaduto e se sia in grado di dimostrarlo. La mia indagine e le domande al mio cliente sono inquadrate da questa prospettiva. In altre parole, non sarebbe corretto immaginare avvocati della difesa penale seduti con ciascuno dei loro clienti e invariabilmente dicendo: “dimmi tutto quello che è successo”.

Invece, le domande si incentreranno sulle accuse del procuratore, sulla prova di tali accuse e sulla veridicità di qualsiasi testimone. Mi aspetto assoluta onestà dai miei clienti per tutte le domande che faccio loro.

Comprendi anche che, sebbene una particolare giuria possa vedermi solo per un caso, i miei colleghi, il giudice e i pubblici ministeri mi conosceranno per tutta la mia carriera. Nessun caso vale la pena perdere la tua reputazione.

Hai ragione sul fatto che non posso mettere il mio cliente (o nessun testimone) in piedi sapendo che si perderanno da soli. Il dovere di candore nei confronti della corte è certamente uno dei motivi per cui non si sottometterebbe una testimonianza falsa. Un altro e forse più convincente motivo è che la tua reputazione è tutto come avvocato di prova.

In termini di inversione di prove o ammissioni di colpa: in qualsiasi circostanza normale, l’avvocato difensore non potrà mai consegnare o rivelare eventuali ammissioni fatte dal cliente. Pur essendo un avvocato difensore non ti dà il permesso di prendere il contrabbando da un cliente (droghe, pornografia illecita ecc.), Non crea inoltre alcun obbligo per l’avvocato di consegnare le prove. In effetti, farlo sarebbe una violazione del privilegio di avvocato-cliente.

Infine, ci sono casi in cui un avvocato difensore non è in grado di mantenere il privilegio. Il più importante è se il cliente dice che stanno per danneggiare un’altra persona nel prossimo futuro. Allo stesso modo, ci sono cose che un avvocato difensore non può fare, incluso dire a un cliente come infrangere la legge o assistere il cliente a infrangere la legge o commettere una frode.

Varghese Summersett PLLC

Avvocati difensori di Fort Worth

Se il tuo cliente non è totalmente onesto con te, non puoi rappresentare adeguatamente i suoi interessi in tribunale. Al Winnipeg Criminal Law, i nostri avvocati della difesa penale Winnipeg gestiscono completamente le questioni di difesa penale e la tua domanda solleva alcune dinamiche interessanti che si svolgono all’interno di un procedimento penale. I nostri migliori avvocati DUI Winnipeg richiedono a tutti i clienti, non solo agli imputati criminali, di essere onesti con noi. Altrimenti non posso rappresentarli con successo. In altre parole, sarebbe errato immaginare avvocati della difesa penale seduti con ciascuno dei loro clienti e invariabilmente dicendo “Dimmi tutto quello che è successo.”

Il cliente deve fornirmi alcune informazioni mentre cerco e determiniamo quali sono gli approcci disponibili, coerenti con il nostro dovere di rappresentare con zelo il mio cliente e usare mezzi coerenti con la verità. La chiave è chiedere al tuo cliente di dirti cosa è successo e cosa ha fatto piuttosto che chiedergli se è colpevole.

Fondamentalmente il cliente non conosce la legge e vari termini e condizioni nel modo in cui lo fanno gli avvocati penalisti e le ampie rivendicazioni di colpa rendono più difficile difenderli. Soprattutto quando hanno raggiunto una conclusione errata.

Quindi totale onestà – sì.

Dichiarazioni di colpa – no.

Grazie

Avvocato penalista Winnipeg

Ho bisogno che tutti i clienti, non solo gli imputati criminali, siano onesti con me. Non posso rappresentarli in modo efficace altrimenti.

“Colpa” è una conclusione legale, e francamente non è di solito quella che il mio cliente è qualificato per fare. Non sono interessato all’opinione del mio cliente sul fatto che le prove siano state sequestrate illegalmente, o se il caso debba essere archiviato per motivi di processo, o altre questioni legali. Sono affari miei .

Il cliente mi fornisce informazioni mentre cerco. Determino quali sono gli approcci disponibili, coerenti con il mio dovere di rappresentare con zelo il mio cliente e usare mezzi coerenti con la verità.

Sicuramente posso presentare qualsiasi argomento che induca una giuria a trovare ragionevoli dubbi che sono supportati dalle prove, compresi altri sospetti. Anzi, è mio dovere farlo, sempre in modo coerente con la verità.

Non esito dal mio dovere verso il mio cliente o dai miei obblighi etici.

Ed entrambi richiedono il candore del mio cliente.

Almeno negli Stati Uniti, nessun tribunale può costringermi a violare i miei doveri nei confronti del mio cliente.

E se il tribunale tenta impropriamente di costringermi a violare tale dovere, è semplicemente un peccato. La mia lealtà è innanzitutto verso il cliente.

Ci sono un paio di idee sbagliate nella tua domanda che potrebbero chiarire il problema per te. In primo luogo, gli imputati criminali non devono prendere posizione e, in teoria, alle giurie non è consentito dedurre nulla dal fatto che l’imputato tace. Quindi, se l’avvocato della difesa sa che il suo cliente potrebbe essere costretto a confessare in un esame incrociato, non metterà affatto l’imputato sul banco dei testimoni.

In secondo luogo, gli avvocati della difesa penale non sono obbligati a consegnare le prove. Se hanno prove di errori del cliente, possono scegliere di tenerlo per sé; infatti, se le prove derivano da ciò che il loro cliente ha detto loro in confidenza, devono tenerle per sé, anche se il tribunale chiede che le ribaltino.

Se un certo testimone potrebbe rivelare prove incriminanti sul banco dei testimoni, l’avvocato della difesa vorrà prima saperlo. La mancata ricerca corretta del testimone potrebbe essere negligenza. Se l’avvocato pone tale testimone in tribunale e ciò che l’avvocato chiede a tale testimone è una decisione strategica, ma l’avvocato deve assicurarsi che sia una decisione pienamente informata.

Se il tuo cliente non è totalmente onesto con te, non puoi rappresentare adeguatamente i suoi interessi in tribunale.

La chiave è chiedere al tuo cliente di dirti cosa è successo e cosa ha fatto piuttosto che chiedergli se è colpevole.

Un cliente può dichiarare di essere colpevole e che ti lega le mani mentre una recitazione dei fatti dimostra che non è colpevole o che almeno ha una valida difesa.

Il cliente non conosce la legge come l’avvocato e le ampie rivendicazioni di colpa rendono più difficile difenderle. Soprattutto quando hanno raggiunto una conclusione errata.

Quindi totale onestà – sì.

Dichiarazioni di colpa – no.

Ciao,

In base alla mia esperienza personale, sì, devi essere molto onesto con il tuo avvocato difensore, perché può aiutarti solo fino a quando non sarà a conoscenza della situazione esatta. Possono effettivamente aiutarti ad avere un lato sicuro sul caso e cerca di farti uscire di prigione. Costruiscono una forte difesa e si assicurano che le penalità che dovresti affrontare minimizzino in larga misura. La ditta Michael Jeffcoat è l’azienda leader che offre soluzioni legali di alto livello. Questo studio legale costituisce alcuni dei migliori avvocati della difesa penale e si impegna a far uscire i propri clienti dalla prigione o almeno minimizzerebbe le accuse. Per qualsiasi consulenza legale, puoi visitarli all’indirizzo https://www.google.com/maps/plac

Grazie…!

Vogliamo, o dovremmo volere, risposte oneste sulle prove. La prova ammissibile è tutto ciò che conta in tribunale. I tribunali sono tribunali, non di verità. Dio conosce la verità, ma non è un testimone. Certo, vogliamo risposte oneste a tutto ciò che dobbiamo presentare al tribunale, come se un cliente accusato di furto al dettaglio stia davvero lavorando per una società di gestione delle perdite e quindi prendere la roba facesse parte del suo lavoro, qualcosa che un mio cliente ha costruito una bugia elaborata ma facilmente esposta. E sì, possiamo presentare nuovi sospettati anche se il cliente ci dice che lo ha fatto, perché ciò che stiamo facendo ci fa sorgere ragionevoli dubbi. Non è una bugia da dire, guarda X, che aveva motivo, mezzi e opportunità di fare ciò di cui è accusato l’imputato. In quel caso non possiamo mettere il cliente sul banco dei testimoni per dire che non lo ha fatto, ma nel corso normale si tenta comunque di tenere il cliente fuori dallo stand.

Sì, perché ciò li aiuta a sfruttare le scappatoie nella storia dell’accusa o screditare la testimonianza dei testimoni. Più tardi, anche se l’avvocato vuole rivelare le informazioni, la sua rivelazione non può essere ritenuta ammissibile in prove a causa dell’embargo della Sezione 126 dell’Indian Evidence Act, 1872.

Come avvocato difensore non ci si aspettava mai dai clienti, ma mentre preparava il caso per la difesa, il cliente esprimeva una giustificazione del tutto nuova per il suo atto e questa affermazione a volte sarebbe molto difficile da digerire perché non sarebbe mai stata nemmeno collegata al generale probabilità.

Allegato. A qualche condizione discrezionale come quella confessionale ci si aspetterebbe la piena divulgazione di qualsiasi cosa possa diventare pertinente alla salute o al successo, a questioni di legge, di vita o di arto.

Sai. 0.o Ma professionalmente vorrei che le loro dichiarazioni lasciassero fuori certe cose a cui non volevo essere privato o almeno con garbo omesso in caso di incidente senza intenzioni intenzionali di fuorviare o ingannare o / e nessuna motivazione o azione o risultato dannoso . 0.o

Gli avvocati della difesa penale preferiscono che i loro clienti siano onesti al 100% con loro, ma che i loro clienti non facciano volontariato. Un buon avvocato difensore ti chiederà tutto ciò di cui hanno bisogno per essere preparati. Se chiedono un account dettagliato, daglielo, se non lo fanno probabilmente hanno una buona ragione per non volerlo sapere. Un buon avvocato ti istruirà anche su cosa dire e fare o non dire e fare. Se sei colpevole, ricorda che prendere il quinto è tuo diritto e il tuo avvocato lo sa, spergiuro a meno che tu non sia sotto processo per omicidio non fa che peggiorare le cose.

Fuori rotta. Come difenderemo se il nostro cliente non divulga i propri atti e azioni. Domani cosa farò se sarò preso alla sprovvista da qualcosa che è fuori dalla mia conoscenza. Non riesco a tenere la bocca chiusa in tribunale. Ciò danneggerebbe la mia reputazione e il caso dei clienti. Almeno dico al mio cliente di rivelare tutto. Se non lo fanno soffrono.

La migliore risposta che posso dare qui è dire che, se il tuo difensore fa una domanda, rispondi con una bugia a tuo rischio e pericolo. Una domanda posta dal tuo avvocato viene posta per un motivo … uno che lui o lei ritiene rilevante per la tua difesa. Per quanto riguarda, “preferiscono” che sia interessato, quindi, ancora una volta, il meglio che posso dire è che, se menti al tuo avvocato e, a seguito di tale menzogna, il tuo avvocato è accecato in tribunale, il risultato ti farà del male … alla fine della giornata, il tuo avvocato tornerà a casa a dormire nel suo letto.

Se sono colpevoli, non vogliono che i loro clienti siano sinceri con loro. Tutti i tipi di canoni legali ed etici coinvolti quando mettono l’imputato sul banco sapendo che sta mentendo quando dice che è innocente e si trovava in qualche altro posto quando è avvenuto il crimine. Succinto, ma questa è la risposta. Potrei scuotermi e gonfiare la risposta, ma perché.

Non solo gli avvocati della difesa criminale vogliono che i loro clienti siano onesti con loro, ma tutti gli avvocati vogliono lo stesso.

Se il tuo cliente ti mente, vengono affondati. Solo gli sciocchi mentono ai loro avvocati.

More Interesting

Che cosa significa una procedura pre-processuale sia nelle leggi civili che penali?

Qual è la differenza nell'uso scientifico della teoria rispetto alla legge, come in "la legge di gravità" e "la teoria dell'evoluzione"?

Un'azienda può intraprendere un'azione legale per non rispettare il periodo di preavviso in quanto mi sono dimesso per malattia?

Puoi essere citato in giudizio per aver fatto una canzone diss rap? È illegale parlare negativamente di qualcuno pubblicamente?

Qual è lo scopo utile della prigione? Perché mettere un uomo condannato per un reato di droga in prigione per una folle quantità di tempo? Quindi perde il lavoro, non può pagare il mantenimento dei figli e si trova in una buca dalla quale non potrà mai riprendersi.

Legalmente, cosa succede se Clinton viene incriminato prima delle elezioni? Trump vincerebbe per impostazione predefinita?

Cosa posso fare per un vicino pazzo?

La narcoanalisi su un detenuto viola l'articolo 20, paragrafo 3?

Che cos'è un processo con doppia giuria?

Cosa succede quando l'attuale avvocato non è disposto a dare il NOC per passare a un altro avvocato?

Se un medico ti chiede di firmare un documento prima di un'operazione che dice che non è responsabile delle conseguenze dell'operazione e che, purtroppo, l'operazione non ha esito positivo, puoi denunciarlo per negligenza o è un caso di " volenti non in forma injuria '?

È possibile cambiare legalmente il tuo cognome? In tal caso, quanto è difficile il processo?

Ne vale la pena andare in una delle migliori 10 scuole di legge?

Cosa dovrei dire in un dibattito sulle uccisioni giudiziarie extra se sono d'accordo con quella legge?

Questa particolare legge indiano-indù è assurda?